Aresteatro
Contatti



Coordinate bancarie
  • MPS AGENZIA 13 Siena
  • Ass. cult. Aresteatro
  • IBAN: IT78K0103014217
  • 000000207240
Aresteatro | Che passione… avello di ciccio e baciallo di cartone!
8024
post-template-default,single,single-post,postid-8024,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-3.10,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.4,vc_responsive
 

Blog

Che passione… avello di ciccio e baciallo di cartone!

  |   Uncategorized

Aresteatro presentata un nuovo spettacolo con Francesco Burroni e Lisetta Luchini

“Che passione… avello di ciccio e baciallo di cartone!”

 

Avrebbero potuto pronunciarla molte donne senesi questa esclamazione ironica e amara, al tempo in cui degli uomini inviati lontano a combattere si poteva baciare solo qualche stinta foto spedita dal fronte. E proprio questa esclamazione diventa il titolo brillante ed evocativo dello spettacolo che Francesco Burroni e Lisetta Luchini hanno presentato venerdì 13 Novembre alle 21.15 presso le Stanze della Memoria (via Malavolti 9 – Siena).

In occasione del centenario della Grande Guerra, i due artisti hanno raccontato attraverso canti, lettere, poesie e racconti le testimonianze dei soldati senesi, costretti alla sconvolgente vita di trincea, provati dalla solitudine e dalla paura e sempre più invasi dal senso di assurdità dell’esperienza bellica. Non sono mancati, però, momenti di leggerezza e di ironia a rendere lo spettacolo variegato e più che mai fedele alla memoria di quelle vite e di quegli uomini.

L’evento costituiva il secondo appuntamento della rassegna “Teatro della Memoria – edizione 2015”, quest’anno incentrata sul tema del primo conflitto mondiale cui si ispira il titolo “A 100 anni dalla Grande Guerra: una nuova storia senza eroi?” e ancora una volta organizzata dall’Associazione Culturale Aresteatro, in collaborazione con Istituto Storico della Resistenza Senese, ANPI Siena, Unicoop Firenze sezione soci di Siena e Comune di Siena.

La rassegna proseguirà, sempre presso le Stanze della Memoria, con il convegno “Siena nella grande guerra: la società e l’economia” (sabato 28 novembre ore 9.15-17.30), poi con lo spettacolo di musica e teatro al femminile “Questa guerra ci insegna a punir! Storie e canti contro la Grande Guerra”, interpretato da Margherita Gravagna, Silvia Bruni e i Cantastoria (venerdì 4 dicembre ore 21.15), per concludersi sotto Natale con la proiezione del film di Christian Carion “Joyeux Noël – Una verità dimenticata dalla storia” (giovedì 24 dicembre ore 21.15).